Tutto l'amore necessario per allevare


Verso la fine di febbraio ho dovuto trasferire momentaneamente l'allevamento.

In previsione dello spostamento ho provveduto a ridurre luce  rispetto a quella naturale in modo da rallentre l'estro il piu' possibile schermando parzialmente le gabbie con del giornale.

Un paio di giorni prima del trasferimento ho coperto quasi totalmente le gabbie in cui ospitavo i canarini (le femmine tutte insieme e i maschi separati) con delle lenzuola  chiare e sottili.

Poi ho trasferito le gabbie coprendole totalmente e ho provveduto a scoprirle un po alla volta dando il tempo di abituarsi al nuovo ambiente .

Siccome il nuovo allevamento sara' pronto tra alcuni mesi, ho dovuto improvvisare un nuovo allevamento ricavando lo spazio in una camera (la meno frequentata anche se la piu' rappresentativa....) incontrando non poche difficolta' a convincere tutti circa la necessita' di utilizzare proprio il salone per ospitare i canarini.

Ho reperito un paio di scaffali, e un po di gabbie per iniziare le ormai vicine cove.

dopo una settimana circa dal trasferimento ho formato le coppie e trasferito i canarini nelle gabbie da cova tenendoli separati.

Poi la settimana successiva ho tolto il divisorio e inserito i nidi. Con vero piacere, subito un paio di coppie hanno aperto le danze e si sono accoppiate, le femmina hanno iniziato la costruzione dei nidi e tutto pare procedere bene.

ecco le foto dell'accampa-allevamento   :-)


Scaffali 1 e 2

Scaffale 1

Scaffale 2

luci supplementari

 

timer e prolunghe


Tutto cio' testimonia   l' Amore, lo spirito di sacrificio, il compromesso e la dedizione necessari  per allevare in modo che i nostri beniamini abbiano sempre le migliori condizioni di vita.

 

Home home